L’analisi intermarket lascia pochi dubbi. I mercati finanziari hanno accesso la spia del “risk off” (ossia hanno abbandonato gli asset più rischiosi per rifugiarsi in quella meno pericolosi.) con molti campanelli d’allarme che sono suonati quasi in contemporanea.
L’S&P500, ad esempio, ha subito una brusca flessione ed è tornato al di sotto dell’importante soglia psicologica dei 1.500 punti > la struttura grafica di breve termine si è quindi indebolita ed è probabile un’ulteriore verso 1.475 prima e attorno a 1.460 in un secondo momento.