Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Generali: aumento di capitale sì, aumento di capitale no

Al pari di molte altre società del settore finanziario, anche Generali da diversi mesi si trova a dover far i conti con la necessità di un rafforzamento della sua posizione patrimoniale. Un obiettivo che può essere raggiunto tramite un’operazione di aumento di capitale che tuttavia non è sempre così facile da realizzare, visto che una ricapitalizzazione spesso non è ben vista nè dagli azionisti di una società, costretti a dover sborsare nuovo denaro, nè dalle Borse che storcono il naso di fronte alla prospettiva del potenziale arrivo di nuova carta sul mercato.

Continue reading “Generali: aumento di capitale sì, aumento di capitale no” »

L’ORO DALLA GRECIA A ROMA

Se per molti la maschera di Tutankamen è il simbolo per eccellenza dell’arte orafa egiziana, ma anche della magia che l’oro può esercitare sull’essere umano, non meno famosa è quella erroneamente ritenuta di Agamennone, scoperta nella seconda metà del 19esimo secolo dall’archeologo Heinrich Schliemann, a sua volta alla ricerca della mitica città di Troia (anche se poi molte fonti ne attestano la storicità effettiva). Continue reading “L’ORO DALLA GRECIA A ROMA” »

UNICREDIT E IL TESORETTO DIMENTICATO

Una guerra in famigli si potrebbe dire quella tra la Regione Sicilia e l’Irfis. Il motivo del dissenso ha dell’incredibile, 83 milioni di euro, cifra particolarmente ragguardevole di per sè figuriamoci in tempo di crisi e per di più in una realtà come quella siciliana caratterizzata da difficoltà economiche ancora maggiori rispetto alla media. Difficoltà che forse si spiegano col fatto che i capitali a disposizione sembrano “volatilizzarsi” e in una terra piagata dalla corruzione e dalla malavita non è stato difficile attribuire questa “distrazione” ai soliti inconvenienti derivanti sìda una cattiva gestione fatta per lo più di sprechi. Sprechi per i quali la Sicilia è diventata presto famosa sia per stipendi di manager pubblici strabilianti, sia per incarichi al limite dell’assurdo. Ha infatti creato un’ondata di indignazione la notizia circolata qualche tempo fa che l’allora presidente della Regione, Raffaele Lombardo beneficiava di 18 stenografi. Oltre a una sfilza di oltre un centinaio di nomine per incarichi pubblici. Ad ogni modo Stavolta il problema nasce, inavvertitamente da Unicredit. Proprio sui conti Unicredit infatti stazionava l’intera somma (come detto ammontante a 83 milioni di euro) rimasta anonimamente inattiva e che è stata acquisita da parte dell’Irfis provocando un esposto alla Corte dei Conti perchè acquisita in modo “unilaterale” quando invece si tratta di somme ascrivibili al bilancio della Regione. Sarebbe divertente chiedersi come sarebbe oggi l’economia dell’isola se la somma stanziata allora fosse stata sfruttata adeguatamente, ma non è possibile nemmeno pensare a quando questo avverrà visto il contenzioso in atto che, nel concreto ha di fatto bloccato lo sfruttamento del capitale il quale morto era prima e morto rimane. Anche adesso che è resuscitato.

I MERCATI GIAPPONESI GIOCANO SULLA SPERANZA

Deputy Secretary of State Robert Zoellick pays...

 (Photo credit: Wikipedia)

Ad aprile il primo ministro Shinzo Abe annunciò insieme al nuovo governatore della Bank of Japan Haruiko Kuroda,  una serie di misure senza precedenti per stimolare la comatosa economia nipponica e far uscira la nazione dal famoso decennio perduto che ormai si stava prolungando al limite del ventennio. Lontani erano i fasti di quella che negli anni ’80 era conosciuta come la terza potenza al mondo e che adesso può vantare purtroppo per lei ben altri record, primo fra tutti il deficit Pil maggiore al mondo 230%. Ad ogni modo i primi risultati si sono ottenuti poche settimane dopo quando il 9 maggio, lo yen ha toccato quota 100 contro il dollaro. Continue reading “I MERCATI GIAPPONESI GIOCANO SULLA SPERANZA” »

Grandi capitalisti in cerca di cosolazione

Consolation by Joe Rosenthal

 (Photo credit: Shaun Merritt)

All’inizio fu la crisi finanziaria nel 2008, a creare il panico e a gettare il germe del sospetto.
Ma volendo si potrebbe retrocedere ancora per cercare le radici ben più profonde del
malessere gravissimo che, economicamente, sta vivendo la gran parte della cosiddetta
economia matura che ha segnato gli ultimi anni. Innegabile che ciò che sta accadendo in
questo periodo sia la diretta conseguenza di quanto fatto, o meglio non fatto, nel passato. Continue reading “Grandi capitalisti in cerca di cosolazione” »

Come sfruttare la volatilita` monetaria

Easy Money

(Photo credit: @Doug88888)

 

Il rally di Wall Street può tornare utile anche in Italia. Come? Sfruttando proprio l’influsso
che l’azione della Federal Reserve ha sulle monete internazionali, compresa la famosa
guerra valutaria che ultimamente sta occupando sempre più spesso le cronache
finanziarie.

Non solo, ma un aiuto insperato arriva proprio da quella stessa Bank of Japan che da
sempre ha voluto mantenere, costi quello che costi, l’inflazione bassissima, con uno yen
dal peso stratosferico e sotto la cui mole l’intero sistema economico giapponese stava
crollando. Continue reading “Come sfruttare la volatilita` monetaria” »

Wordpress website enhanced by true google 404